Come è iniziato

All’85a sessione del Sinodo Nazionale del 21/22 giugno del 1959 a St. Imier, su richiesta del Consiglio sinodale, è stata adottata all’unanimità l’introduzione di un sacrificio annuale diocesano.

Dovrebbe servire ad assistere fianziariamente le parrocchie in progetti di costruzione straordinari e consentire la soluzione di altri compiti importanti dell’intera Chiesa.

La forza trainante della fondazione del Sacrificio diocesano fu il parroco. Dr. Hans A. Frei, allora parroco di Rheinfelden. Come capo di una commissione di cinque membri, che aveva preparato il lavoro, giustificava così la richiesta alla sessione sinodale: le cattive condizioni delle vecchie chiese hanno travolto molte parrocchie. Dipendono quindi dalla solidarietà dell’intera diocesi. Un sacrificio diocesano dovrebbe essere per ogni membro della nostra Chiesa un atto di fede e una professione di fede nella nostra Chiesa.

Il parroco. Hans A. Frei fu eletto primo presidente del Sacrificio diocesano e nel 1960 realizzò con grande successo la prima colletta . La prima ad essere sostenuta fu la parrocchia di Kaiseraugst.

Responsabile del Sacrificio diocesano

Pfarrer Dr. Hans A. FreiRheinfelden, danach Bern1959-1969
Pfarrer Hans GernyHellikon, danach Basel1969-1973
Pfarrer Niklaus ReinhartLaufen, danach Zürich1973-1978
lic.iur. Lotte KunzBern1978-1995
Ernst SchmidZürich1995-2003
Dr. Gisela LauberAarau2003-2014
Martina E. Felchlin DumontAarau2014-